Giusy Locati

Copyright © Giusy Locati 2013 c.f: LCTGPP69T62F205M All Rights Reserved  -credit-

Home

6 cappelli per pensare!

Riflettere, prendere una decisione, fare la scelta giusta. Il pensiero che anticipa un’azione è spesso confuso, illogico, “di parte” e tendenzialmente sequenziale: raramente torniamo a riflettere su un determinato punto o lo rivediamo alla luce di nuove osservazioni.

E’ evidente la necessità di riorganizzare il nostro pensiero sfruttando appieno le sue potenzialità, valorizzandone tutti gli aspetti.

Edward De Bono, indubbia autorità negli studi sul pensiero creativo, propone un metodo, da anni impiegato anche nel contesto aziendale, che ipotizza l’impiego di sei cappelli colorati (sei punti di vista differenti) per ottenere una panoramica esauriente della situazione che si dovrà affrontare.

Indossare uno di questi sei cappelli significa leggere, interpretare e valutare ciò che ci circonda (e la situazione che dobbiamo affrontare in particolare) solo da quel punto di vista. Dalla combinazione delle sei modalità di interpretazione sarà possibile ottenere una visione più chiara e completa di ogni fenomeno.

Si tratta di un approccio attivo, che spinge ad una maggiore elaborazione della realtà e stimola la riflessione globale.

Ad ogni cappello colorato corrisponde a una particolare modalità di pensiero:

CAPPELLO BIANCO: oggettività. Utile per la raccolta di dati oggettivi: fatti e cifre, nient’altro che ciò che indiscutibilmente posso condividere con gli altri, tutto ciò che non rientra nella soggettività. Il ragionamento attraverso il capello bianco è paragonato al modo di operare di un personal computer.

CAPPELLO ROSSO: emotività. Emozioni, sensazioni, intuizioni, sentimenti: solo questo. Nient’altro che questo. Al bando tutto ciò che ci limita, tireremo fuori solo il nostro stato d’animo.

CAPPELLO NERO: soprannominato anche “avvocato del diavolo”, è il cappello che ci fa vedere tutti i lati negativi: il pessimista della situazione.

CAPPELLO GIALLO: è il cappello dell’ottimismo, lo strumento attraverso il quale interpretiamo positivamente una determinata situazione.

CAPPELLO VERDE: la creatività. Scateniamo la fantasia e proviamo a valutare la situazione in esame impiegando strategie nuove, stravaganti, mai pensate prima.

CAPPELLO BLU: è il cappello che organizza, che traduce le idee in pratica e controlla l’intero processo di pensiero.

Proviamo ad impiegare questo metodo nel conteso lavorativo: durante una riunione, per affrontare una situazione critica, per prendere delle decisioni, per ideare nuove strategie.

Vuoi saperne di più?

Vorresti capire come mai le tue strategie non danno i risultati attesi?

Segui uno dei miei interventi o manda una e-mail di richiesta chiarimenti