Giusy Locati

Copyright © Giusy Locati 2013 c.f: LCTGPP69T62F205M All Rights Reserved  -credit-

Home

Quanti confini nella vita!

Al lavoro, nella vita privata…

Andare d’accordo non è sempre facile. Soprattutto quando non intendiamo cambiare il nostro modo di pensare.

Poche regole, essenziali, per provare a vivere con maggiore serenità:


1. evitare le aree di ambiguità

2. analizzare la situazione

3. vedere le cose da più punti di vista

4. ascoltare i nostri interlocutori

5. adottare un atteggiamento empatico

6. riflettere sulle proprie ragioni

7. provare a individuare una comfort zone


Facile da dire…difficile da fare! Ma non impossibile. Molto spesso i conflitti nascono proprio dalla mancata chiarezza. Più si naviga nell’ambiguità, maggiori sono le probabilità di non capirsi e di prendere strade diverse. Chiarezza e trasparenza facilitano il dialogo e limitano le incomprensioni.


Spesso tuttavia è impossibile prevedere le aree a rischio e ci si trova, improvvisamente, nel bel mezzo di un conflitto. La nostra parte emotiva tende a prendere il sopravvento: confessiamolo, riusciamo a restare completamente lucidi? E quanta voglia abbiamo di ribadire le nostre ragioni, costi quello che cosi? E’ proprio a questo punto che dovremmo saggiamente fermarci a riflettere e bandire la nostra impulsività: l’analisi, la comprensione di quello che sta accadendo possono venire in aiuto.


Abbiamo veramente capito qual è il problema? Bene. Proviamo ad analizzarlo da più punti di vista. Non irrigidiamoci sulla nostra posizione. Forse ci sono delle alternative migliori.


Per comprendere le altre opzioni ci sarà utile ascoltare gli altri. Spesso un’idea opposta alla nostra viene censurata perché troppo distante dal nostro modo di pensare. Apriamoci agli altri e proviamo a sentire anche la loro opinione.


Una “revisione” del proprio stile di ragionamento potrà essere d’aiuto. Forse ci poniamo sempre nello stesso modo di fronte alle situazioni critiche, forse abbiamo una strategia così radicata che impedisce alle altre di farsi strada. Forse procediamo troppo spesso in modo automatico dimenticandoci di fare una profonda riflessione.


Infine, abbiamo mai pensato di crearci una nostra “zona di conforto”? Un’area in cui entriamo ogni volta che abbiamo bisogno di un po’ di tranquillità, una sorta di stanza (reale o immaginaria) dei pensieri?


La frenesia quotidiana ci porta ad affrontare ogni questione di petto, abbiamo poco spazio lasciato all’immaginazione e ancora meno alla riflessione. Un momento di relax è il minimo che dobbiamo a noi stessi!


Vuoi saperne di più?

Vorresti capire qual è la strategia di approccio ai conflitti che usi più

spesso?

Ti piacerebbe conoscere i passaggi fondamentali per gestire un conflitto?

Vorresti capire come mai di fronte ad un problema hai serie difficoltà a

trovare una soluzione?

Segui uno dei miei interventi o manda una e-mail di richiesta chiarimenti: